imagealt

Valutazione del comportamento degli alunni e regolamenti di disciplina

Criteri di valutazione del comportamento (per la primaria e la secondaria di I grado)


La valutazione del comportamento si esprime sulla base della seguente scala descrittiva, di livello crescente:


NON ADEGUATO: non rispetta le regole; non osserva i doveri; non è rispettoso degli altri (per la SC.
SECONDARIA: ha ricevuto ripetuti richiami disciplinari e sanzioni del Dirigente scolastico)
PARZIALMENTE ADEGUATO: non sempre rispetta le regole; non è costante nell'osservanza dei
doveri; è poco rispettoso degli altri; (per la SC. SECONDARIA: ha ricevuto ripetuti richiami disciplinari scritti dai docenti e/o dal Dirigente scolastico)
GENERALMENTE ADEGUATO: rispetta generalmente le regole; è generalmente diligente
nell'osservanza dei doveri; è rispettoso degli altri
RISPETTOSO: rispetta le regole; è diligente e costante nell'osservanza dei doveri; è rispettoso degli
altri ed interessato alla vita scolastica
RISPETTOSO E RESPONSABILE: rispetta in modo consapevole e costante le regole; è assiduo e
tenace, organizza il proprio lavoro in modo efficace; valorizza le proprie potenzialità; è aperto e
accogliente nei confronti degli altri; dà un apporto positivo alla vita di classe. 

                                                    Regolamento di disciplina della scuola secondaria 

*SANZIONI DISCIPLINARI

Sanzioni disciplinari: sequenze operative e titolari dei provvedimenti

Nel presente documento:

                 per “Sequenza operativa” si intende l'insieme delle azioni educative che vengono messe in atto dal momento in cui si verifica la mancanza, alcune in ogni caso, altre con gradualità e solo se si ritiene necessario in seguito al reiterarsi della mancanza o alla particolare gravità dell'evento.

                 i “Provvedimenti disciplinari”, di cui alla relativa colonna, sono svincolati da quanto elencato sotto la voce “Sequenza operativa” e vengono applicati con gradualità rispetto alla gravità della mancanza e al suo reiterarsi nel tempo.

 

Comportamenti scorretti nei confronti degli altri e della comunità scolastica in genere

Mancanza disciplinare

Sequenza operativa

Provvedimento disciplinare

Titolare  provvedimento

Disturbo delle attività didattiche (assume comportamenti scorretti, pericolosi e/o in educati al cambio d’ora, in aula, negli spostamenti, nelle scale; urla e/o esce senza autorizzazione, corre nei corridoi)

   Colloquio con l’alunno/i; ammonizione verbale

   Richiamo scritto sul R. E.

   Intervento educativo: discussione in classe.

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare gravità:

    Colloquio con la famiglia (almeno due Docente di classe o un docente con il Coord. di classe)

   Colloquio con la famiglia  su convocazione del Dirigente Scolastico.

   Ammonizione verbale

   Richiamo scritto sul R.E.

   Compito aggiuntivo da svolgere in classe o a casa.

   Nota disciplinare sul registro di classe.

   Ammonizione ufficiale del D. S.

 

Singolo docente

Singolo docente

Singolo docente

Singolo docente

Dirigente Scolastico 

Mancato rispetto del regolamento PUA e dell’uso del telefono cellulare a scuola (salvo specifica autorizzazione del D. S.)

   Ritiro immediato dell'oggetto.

   Ammonizione verbale

   Intervento educativo in classe.

   Comunicazione alla famiglia per il ritiro dell’oggetto

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare gravità:

   Convocazione del Dirigente e allontanamento dalla classe

 

   Nota disciplinare sul R. E.

   Ammonizione ufficiale del D. S.

 

 

 

   Sospensione dalle lezioni fino a 5 giorni

 

.

Singolo docente Dirigente Scolastico

 

 

 

Dirigente Scolastico

Mancato rispetto della legge sulla Privacy (divieto di acquisire immagini e suoni e successivamente diffonderli senza consenso dell’interessato/a)

   Colloquio con l’alunno/i; ammonizione verbale

   Nota disciplinare sul R. E.

   Intervento educativo: discussione in classe.

   Colloquio con la famiglia su convocazione del D. S.

   Allontanamento dalle lezioni

   Segnalazione all'autorità giudiziaria

 

   Ammonizione verbale

   Nota disciplinare

 

                     Convocazione del Dirigente Scolastico

   Sospensione dalle lezioni per uno o più giorni

 

Singolo docente

Singolo docente

 

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico / Consiglio di Classe

 

Uso improprio degli arredi, dei sussidi didattici, delle strumentazioni digitali, del materiale scolastico (incluso il disperdere, sporcare, deteriorare, rendere inservibile ciò che si utilizza per l’attività)

   Colloquio con l'alunno/i

   Intervento educativo: discussione in classe.

   Pulitura di oggetti e/o arredi lordati

   Esclusione da uscite didattiche programmate

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare gravità:

   Colloquio con la famiglia (Dirigente scolastico)

   Notifica alla famiglia dell’entità dei danni

   Restituzione di pari materiale o risarcimento pecuniario

 

   Ammonizione verbale

   Annotazione rossa sul R. E.

   Nota disciplinare

   Formulazione di scuse scritte alla comunità e/o al danneggiato

   Ammonizione ufficiale.

   Ammonizione ufficiale con esclusione dalle uscite didattiche

   Ammonizione ufficiale con richiesta di risarcimento

  Allontanamento dalla classe (sospensione).

Singolo docente

Singolo docente

Singolo docente

Singolo docente

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico / Consiglio di Classe

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico  / Consiglio di Classe

 

 

Sottrazione e/o danneggiamento di materiali o di oggetti personali (incluso il nascondere materiali altrui come semplice azione di disturbo, se reiterata nel tempo e tale da configurarsi come vessazione)

   Colloquio con l'alunno/i.

   Intervento educativo: discussione in classe

   Colloquio con la famiglia (Dirigente scolastico)

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare gravità:

                     Restituzione di pari materiale o risarcimento

                     Esclusione dalle uscite didattiche 

                     Allontanamento dalle lezioni

 

 

   Nota disciplinare sul R. E.

 

                     Convocazione del Dirigente Scolastico

 

   Ammonizione ufficiale con richiesta di eventuale risarcimento del danno e/o restituzione di quanto sottratto

                     Ammonizione ufficiale con esclusione dalle uscite

   Allontanamento dalla classe (sospensione).

 

Singolo docente

 

Dirigente Scolastico

 

Dirigente Scolastico

 

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico  / Consiglio di Classe

 

Mancanza di rispetto, insulti  nei confronti del personale docente, Ata e/o dei compagni; utilizzo di un linguaggio offensivo (episodi che configurino forte maleducazione senza configurare minacce o atteggiamenti di bullismo)

 

   Colloquio con l'alunno.

   Colloquio con la famiglia (almeno due Docente di classe o un docente con il Coord. di classe)

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare gravità:

   Colloquio del Dirigente Scolastico con la famiglia.

   Esclusione dalle uscite didattiche/viaggi

Dopo 5 episodi gravi:

   Allontanamento dalle lezioni

 

 

   Ammonizione verbale

   Nota disciplinare sul R. E. con scuse contestuali

   Ammonizione ufficiale.

   Allontanamento dalla classe (sospensione).

 

 

   Convocazione del Dirigente scolastico

   Ammonizione ufficiale con esclusione dalle uscite didattiche

 

   Sospensione dalle lezioni per uno o più giorni

 

 

 

 

 

Singolo docente 

Singolo docente

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico

 

 

Dirigente scolastico

Dirigente Scolastico

 

Dirigente Scolastico  / Consiglio di Classe

 

Atti di aggressione fisica con lesioni personali nei confronti di compagni e/o adulti

 

Atti di sopraffazione

 

Discriminazioni di varia natura

 

Atti che configurino attacchi alla dignità della persona

 

Atti di bullismo

 

   Colloquio con l'alunno/i.

   Nota disciplinare sul R. E.

   Produzione di formali scuse scritte

   Intervento educativo: discussione in classe e progettazione didattica.

   Colloquio con la famiglia (almeno due Docente di classe o un docente con il Coord. di classe) 

   Esclusione da una o più uscite didattiche programmate

   Allontanamento dalle lezioni fino a 15 giorni

   Impegno a favore di attività socialmente utili

 

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare, documentata gravità:

   Colloquio del Dirigente scolastico con la famiglia.

   Allontanamento dalle lezioni per un periodo superiore ai 15 giorni

   Segnalazione all'autorità giudiziaria competente, nel caso di fatti penalmente rilevanti e perseguibili d'ufficio.

 

   Nota disciplinare sul R.E.

   Ammonizione ufficiale

   Ammonizione ufficiale con esclusione dalle uscite didattiche

   Allontanamento dalle lezioni (sospensione).

   Compito aggiuntivo socialmente utile a supporto dell’attività e della comunità scolastica

 

 

 

 

 

 

 

 

   Allontanamento dalla comunità scolastica oltre i 15

giorni

 

   Esclusione dalla scrutinio finale o non ammissione all'esame di Stato conclusivo del corso di studi.

 

Singolo docente

Dirigente Scolastico

Dirigente Scolastico / Consiglio di Classe

Dirigente Scolastico / Consiglio di Classe

Dirigente Scolastico / Consiglio di Classe

 

 

 

 

 

 

 

D. S./ Cons. di Classe/ Consiglio di Istituto

 

D. S./ Cons. di Classe/ Consiglio di Istituto

 

 

 

 

MANCANZE VERSO I DOVERI SCOLASTICI

Mancanza disciplinare

Sequenza operativa

Provvedimento disciplinare

Titolare del procedimento

Assenze non giustificate Assenze frequenti

Assenze strategiche

Ritardi frequenti (qualora tali mancanze si verifichino in forma non occasionale)

  Richiesta di giustificazione scritta, se mancante.

   Colloquio con l'alunno

   Richiamo scritto sul R. E.

  Accertamento telefonico

  Colloquio del Coordinatore di classe e di almeno un docente con la famiglia

  Colloquio del Dirigente scolastico con la famiglia

   Ammonizione verbale

• Richiamo scritto sul R.E.

   Convocazione della famiglia

 

 

 

   Convocazione del Dirigente scolastico

 

Singolo docente

Singolo docente

Singolo docente

 

 

 

Dirigente Scolastico/Consiglio di classe

Abbigliamento poco consono all'ambiente scolastico

  Richiamo verbale.

  Intervento educativo: discussione in classe.

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare, documentata gravità

  Colloquio del Coordinatore di classe con la famiglia (almeno due docenti)

  Colloquio del Dirigente scolastico con la famiglia.

  Ammonizione verbale.

• Richiamo scritto sul R. E.

• Ammonizione ufficiale.

 

   Convocazione della famiglia

 

   Convocazione del Dirigente scolastico

 

Singolo docente o Coord. di classe

Singolo docente o Coord. di classe

Dirigente scolastico

 

Singolo docente o Coord. di classe

 

Dirigente scolastico

 

 

Falsificazione di firme su giustificazioni, valutazioni ecc.

  Colloquio l'alunno.

  Intervento educativo: discussione in classe.

  Accertamento telefonico.

  Colloquio del Coordinatore di classe con la famiglia. (almeno due docenti)

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare, documentata gravità

  Colloquio del Dirigente scolastico con la famiglia

• Nota disciplinare sul R. E.

 

 

 

   Convocazione della famiglia

 

 

• Ammonizione ufficiale.

   Allontanamento dalle lezioni per uno o più giorni (sospensione)

 

 

Singolo docente o Coord. di classe

 

 

Singolo docente o Coord. di classe

 

 

 

 

Dirigente scolastico

Dirigente scolastico

 

 

 

Scarsa osservanza delle consegne e dei propri doveri, mancanza del materiale compresa l’introduzione, a scuola di oggetti non idonei o pericolosi

  Colloquio con l'alunno

  Intervento educativo in classe

  Ritiro immediato degli oggetti non ammessi

• Accertamento telefonico

• Restituzione dell’oggetto alla famiglia

  Annotazione sul R. E.

Nel caso di mancanza reiterata o di particolare, documentata gravità

  Colloquio del Coordinatore o del docente di classe con la famiglia

  Colloquio del Dirigente scolastico con la famiglia

  Allontanamento dalle lezioni

 

• Richiamo scritto sul R. E.

   Compito aggiuntivo socialmente utile a supporto dell’attività e della comunità scolastica

 

 

 

  Convocazione del Dirigente Scolastico

 • Ammonizione ufficiale

   Allontanamento dalle lezioni per uno o più giorni (sospensione)

 

 

Singolo docente

 

 

 

 

 

Dirigente scolastico

Dirigente scolastico

Dirigente scolastico

 

REGOLAMENTO DI DISCIPLINA SCUOLA PRIMARIA

Partendo dal principio che ogni provvedimento disciplinare ha comunque intrinsecamente una finalità educativa ed è teso al rafforzamento del senso di responsabilità e al ripristino dei corretti rapporti all'interno della comunità scolastica, si adottano di norma i seguenti provvedimenti, valutata la gravità del comportamento dell'alunno:

-      richiamo verbale;

- richiamo verbale con particolari conseguenze (compiti aggiuntivi, riduzione o         sospensione della ricreazione ecc.);

-      richiamo scritto con annotazione sul diario;

-      richiamo scritto con annotazione sul Registro elettronico;

-      convocazione dei genitori da parte degli insegnanti;

  •      convocazione dei genitori da parte del Dirigente Scolastico
  •  I docenti, nel rapporto con tutti gli alunni, colloquiano in modo pacato e teso al convincimento, utilizzando un linguaggio chiaro e comprensibile.

 In presenza di fatti gravissimi, che comportino la messa in atto di comportamenti fortemente lesivi della dignità del docente e del personale collaboratore scolastico (ingiurie, sputi, insulti, percosse), della incolumità dei compagni o dell’integrità delle strutture, degli arredi, delle dotazioni o dei sussidi presenti negli spazi, la scuola valuterà l’irrogazione di sanzioni/provvedimenti con carattere di eccezionalità.

Detti provvedimenti possono constare:

a)    nel risarcimento del danno materiale occorso (art. 2043 del codice civile),

b)    nella segnalazione del nucleo familiare presso la Procura della Repubblica;

c)     nella sospensione dalla partecipazione ad un’attività complementare (es. uscite didattiche) o dalle lezioni (da uno ad un massimo di 15 giorni). Nel caso di sospensione dalle lezioni si attua la medesima procedura prevista per gli studenti della scuola secondaria di primo grado, con la sola differenza che l’audizione a difesa dello studente è sostituita dal colloquio dei responsabili dell’obbligo scolastico con i docenti e il Dirigente, su convocazione di quest’ultimo.

Nella consapevolezza  che i comportamenti più gravi scaturiscono, soprattutto in questa fascia d’età, da preoccupanti forme di disagio e malessere psicofisico maturate nel contesto di provenienza, si sottolinea la duplice finalità sottesa ad ogni azione sanzionatoria e che è, da un lato, quella di intervenire educativamente sull’alunno, fornendo consapevolezza e occasioni di riflessione su quanto agito e, dall’altro, quella di impegnare la famiglia in un percorso terapeutico mirato alla problematica in atto, in aperta e costruttiva collaborazione con la scuola.

Famiglie e studenti

In questa sezione sono presenti tutte le informazioni e gli strumenti utili ai genitori e agli alunni per lo svolgimento del percorso scolastico.

  • Ecco la Felpa dell'I. C. Albaro!
  • Pizza Party alla Barrili Paganini!
  • Bisogni Educativi Speciali

Diritto alla disconnessione dei docenti: rilievi e riflessioni

Istituto Comprensivo “ALBARO”

Via Montezovetto, 7  -  16145 GENOVA -  Tel. 0103623668   -  C.F. 95160180105

e-mail geic86400l@istruzione.it – pec geic86400l@pec.istruzione.it

 

Avviso n.19                                                                                                                                         Genova, 13 ottobre 2023

 

ALLE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI DI SCUOLA PRIMARIA

ALLE FAMIGLIE DEGLI ALUNNI DI SCUOLA SECONDARIA

DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO ALBARO

 

                                                                          E, p. c.          - al personale docente e non docente

LORO SEDI

 

OGGETTO: COMUNICAZIONI SCUOLA-FAMIGLIA E DIRITTO ALLA DISCONNESSIONE DEL PERSONALE DOCENTE: OSSERVAZIONI E RILIEVI

 Nel rilevare il consolidarsi di pratiche comunicative scuola-famiglia caratterizzate dall’utilizzo disinvolto della posta elettronica istituzionale, soprattutto nella misura in cui tale mezzo consente un accesso pressoché illimitato, in termini di numerosità delle comunicazioni e di orari, all’attenzione del docente, si ritiene non più rinviabile una puntualizzazione dei termini anche normativi entro i quali detta questione si pone.

 Com’è noto, il CCNL del comparto scuola 2016/18 ha introdotto, per tutto il personale, il cosiddetto “diritto alla disconnessione”, stabilendo che ogni comunicazione istituzionale del datore di lavoro debba collocarsi nell’ambito dell’orario di funzionamento della scuola o degli uffici, nel rispetto della sfera personale di ciascuno e degli impegni che le sono connessi.

Appare evidente che la norma, aldilà degli aspetti contrattuali, si ispira ad un criterio di opportunità e di rispetto della persona che può essere facilmente traslato all’intera dimensione professionale del servizio prestato, cui le comunicazioni in oggetto attengono, stante il presupposto, condiviso, che l’invio di email a tarda sera, durante il weekend o nelle ore notturne è una pratica che si pone in conflitto, prima che con norme contrattuali, con le basi di quella che potremmo definire la “buona educazione”.

 E’ ovvio che la disponibilità, del docente, a comunicare e ad ascoltare le esigenze di famiglie e alunni, rappresenta, sempre, una risorsa di indubbio, inestimabile valore aggiunto, ma è altrettanto indubbio che tale disponibilità non può e non deve essere interpretata come uno spazio senza orari e scadenze, senza vincoli di contenuto e priorità, tramite il quale trovare, sempre, risposte e ascolto incondizionati.

 Preme sottolineare, invece, che non tutto merita di essere sottoposto all’attenzione del docente con uguale urgenza e cogenza, e che, invece, prendersi il tempo di una riflessione più ponderata e ampia rispetto ad un singolo episodio, voto, richiamo, consente, da un lato, di restituire un’immagine più equilibrata, ai nostri ragazzi, anche rispetto a mancanze che potranno essere affrontate con calma, nel tempo di un colloquio programmato, senza quel senso di ineluttabilità e di gravità che genera, in loro prima che in noi, estrema incertezza e ansia. Dall’altro, si eviterà un atteggiamento che implicitamente chiede al docente di “rispondere” delle sue scelte e azioni, evidenziandone una continua messa in discussione, spesso sulla base dei soli racconti dei ragazzi a cui si offre, a prescindere, un “ombrello” di protezione pressoché illimitato, con grave danno rispetto all’assunzione di responsabilità personali e al rispetto della dimensione asimmetrica dell’apprendimento.

Si confida in una ponderata riflessione su quanto evidenziato, al fine di una maggiore, fattiva, collaborazione.

                                                                                                                                                                              Il Dirigente Scolastico

                                                                                                                                                                                Francesca Baldi

                                                                               (firma autografa sostituita a mezzo stampa, ai sensi dell’art.3, c.2, del dlgs.39/93)

Le circolari

Avviso n.2- avvio delle attività didattiche nella scuola secondaria

Allegati

Avviso_n.2_medie_def..pdf

Adozioni libri di testo 24/25 e comodato d'uso

Si allegano tutte le adozioni libri di testo 24/25 ad eccezione di quelle delle classi prime secondaria di I grado che verranno pubblicate appena resa nota la formazione delle classi stesse.

Per gli iscrittti alla secondaria di I grado, si allega altresì avviso comodato d'uso libri (scadenza presentazione domanda 21/06/24)

Allegati

Avviso n. 92 - comodato d'uso libri.pdf

SECONDARIA DI I GRADO BARRILI_classi terze__adozioni libri di testo 24_25_2.pdf

SECONDARIA DI I GRADO BARRILI_classi seconde_adozioni libri di testo 24_25_2.pdf

PRIMARIA SAURO_adozioni libri di testo 24_25_2.pdf

PRIMARIA RICHERI_adozioni libri di testo 24_25_2.pdf

PRIMARIA BRIGNOLE SALE_adozioni libri di testo 24_25_3.pdf

Ecco la Felpa dell'I. C. Albaro!

 

SEGNALIAMO L'AVVIO DELLA SPONSORIZZAZIONE CON IL NEGOZIO HOBBY SPORT DI VIA CAVALLOTTI, FORNITORE UFFICIALE DELL'ABBIGLIAMENTO SPORTIVO DELL'I. C. ALBARO.

PRESSO LA SEDE DELL'ISTITUTO E' ESPOSTA, IN VETRINA, UNA CAMPIONATURA DEI CAPI MARCHIATI CON IL LOGO DELL'ISTITUTO.

SEGNALIAMO CHE IL LOGO PRESENTE SULLE MAGLIETTE E SULLA MANICA DELLA FELPA E' STATO PRODOTTO DAGLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA SOTTO LA GUIDA DELLA PROF.SSA SOLENGHI.

Pizza Party alla Barrili Paganini!

Ripartono gli appuntamenti serali della barrili-Paganini

CI INCONTRIAMO PER VEDERE UN Film in lingua Inglese o Francese, mangiando la pizza TUTTI INSIEME, CHIACCHIERANDO E COMMENTANDO (MEGLIO SE NELLA LINGUA TEMA DELLA SERATA!)

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE (COMPRENSIVA DELLA CONSUMAZIONE- PIZZA+BIBITA): 10 EURO.

 TIENI D'OCCHIO LA BACHECA WEB DEL R. E.!  LE ADESIONI SARANNO RACCOLTE, IN ORDINE DI ARRIVO, ATTRAVERSO UN MODULO GOOGLE APPOSITAMENTE PREDISPOSTO.

MA DEVI ESSERE VELOCE: PER RAGIONI DI CAPIENZA DEGLI SPAZI VERRANNO ACCOLTE SOLO LE PRIME 25 Iscrizioni.

L'APPUNTAMENTO E' SEMPRE TRA LE ORE 19.15- 19.30; AL TERMINE, INTORNO ALLE ORE 21.30-21.40, GLI ALUNNI VERRANNO ACCOMPAGNATI ALL'USCITA DOVE DOVRANNO ESSERE RITIRATI DAI FAMILIARI O DA PERSONE A CIO' DELEGATE IN FORMA SCRITTA. LE EVENTUALI DELEGHE AL RITIRO DOVRANNO ESSERE INVIATE ALLA MAIL ISTITUZIONALE DELLA SCUOLA geic86400l@istruzione.it ENTRO IL GIORNO PRIMA.

Versamenti e Perfezionamento iscrizioni 2024/25

Si allegano:

 guida al perfezionamento delle iscrizioni 24/25 contenente anche per la primaria le istruzioni per la richiesta della cedola libraria;

avviso versamenti

Allegati

Avviso n. 91 - Versamenti iscrizioni 24-25.pdf

Perfezionamento iscrizioni 24_25.pdf

Bisogni Educativi Speciali

Tutta la modulistica

PCE_modello.pdf
PDP_modello.pdf
PEI_ICF_modello.pdf